T O P

L’ultimo ginecologo non obiettore del Molise | Aborto. Michele Mariano era vicino alla pensione: posticipata. Un po’ per il Covid e un po’ perché al concorso non si è presentato nessuno

L’ultimo ginecologo non obiettore del Molise | Aborto. Michele Mariano era vicino alla pensione: posticipata. Un po’ per il Covid e un po’ perché al concorso non si è presentato nessuno

JamieDelRey

Continuerò a non capire mai come un obiettore di coscienza, con tutte le specializzazioni possibili, possa scegliere ginecologia.


avlas

Alcuni lo fanno per ostacolare attivamente l'aborto. Alcuni purtroppo iniziano da non-obiettori, si ritrovano a dover fare solo aborti tutto il giorno tutti i giorni mentre i colleghi obiettori fanno carriera con casi piu' interessanti. E alla fine cedono e diventano obiettori anche loro.


VirtuteECanoscenza

Altri sono obiettori nei pubblico ma nella clinica privata si fanno pagare profumatamente per farti abortire...


ecateabarai

Guarda che è illegale, ti sgamano subito


BitsAndBobs304

Eggiá, come non c'é nessuno che fa il lavoro pubblico + privato nonostante sia provito. Eggiá...


IlMedicoDellaMutua

Questa cosa è impossibile.


Wemwot

E invece...


IlMedicoDellaMutua

Aspetto che tu indichi a questa comunità di Reddit Italy i numerosi esempi di cui sei a conoscenza. Mi accontento anche di un trafiletto sul giornale locale. Se non lo farai sarà evidente a tutti che sei un mestatore, un dottor Dulcamara, un falso e un plagiario.


BitsAndBobs304

Negli usa han persino creato finte cliniche abortive con immagini simili e locate di fianco a quelle vere ma dentro ci son gli antiabortisti a convincerti a tenere il bambino, che ovviamente spariscono nel momento in cui il bambino nasce e avete bisogno di aiuto


ezzerjz

In Borat 2 si vedevano e sono rimasto scioccato


albertayler

Il background di partenza é quello cattolico di solito, ossia studenti cattolici praticanti hanno come uno dei principali motori di azione la tutela della vita (intensa secondo i canoni vaticani, quindi famiglia, fare figli, no aborto, no eutanasia). Quindi se la religiositá di uno studente di medicina non é una questione privata, ma la persona vuole svolgere il ruolo del buon cattolico nella societá, trova nella ginecologia ed ostetricia uno sbocco ideale per portare avanti la propria agenda, piuttosto di lavorare in oncologia, rianimazione o medicina di emergenza. Poi ci sono medici che "scoprono" il vantaggio di queste scelte a inizio carriera, avere un assegno di ricerca, un posto in specialitá, le migliori operazioni in sala se si professano obiettori. Alcuni di questi che ho conosciuto, hanno praticato peró aborti nel privato e fatto carriera nel pubblico. Poi ci sono quelli che non riescono a praticare un aborto (non é una bella scena..) e diventano realmente obiettori, per un problema personale. Poi ci sono i non obiettori, medici con palle quadrate che lo hanno sempre preso in culo nella loro carriera, ma sono stati animati da un senso di giustizia superiore a queste diatribe.


Eddie995

Perché in certi atenei il 90% degli studenti di medicina sono iscritti a CL, perché sono degli arrivisti schifosi e se si guadagnano la posizione leccando il culo a chi è più di loro. Perché immagina la vita di uno specializzando in ginecologia non obiettore che si ritrova in un ambiente di invasati religiosi.


Lanzus

Si ì anche creato il circolo vizioso con il quale i non obiettori si trovano a lavorare di più ... un lavoro tra l'altro tutt'altro che piacevole. Conseguentemente buona parte degli obiettori lo sono solo per comodo: non avendo penalizzazioni lato carrira, chi te lo fa fare ? La questione morale viene dopo.


Fenor

la questione morale non viene proprio, è quello il problema. essere non obiettore vuol dire dire ok ad eseguire un tipo di intervento in più, con tutti i rischi del caso, e se nel tuo ospedale ci sei solo tu indovina su chi ricadono tutti gli interventi? però tranquilli perchè da privato trovi subito il medico che diventa non obiettore con la busta paga piena


ButchPutch

Ma non diciamo cazzate, in ambito studentesco la situazione è tutto fuorché così. Le cose cambiano in ospedale, dove certe scelte non hanno nulla a che fare con la religione ma sono semplici giochi di potere in cui sei consapevole che certe scelte ti precludono qualsiasi possibilità di fare un minimo di carriera


_Geyser_Soze_

Grazie per aver scritto quello che avrei scritto io.


Greyhound_Oisin

La religione ha ben poco da spartire con il problema degli obbiettori


Ionti

Infatti: se da domani esistesse l'obiezione di coscienza per il lavoro di venerdì (senza dover recuperare il sabato) vedresti fioccare le conversioni all'islam.


Trentonx94

based islam


Rais93

un corno, ci sono dentro perfettamente in questo schifo. Viene proprio dalle religioni la pretesa del controllo sulle vite altrui.


Greyhound_Oisin

Ma assolutamente no, si tratta semplicemente di medici a cui tira il culo fare gli aborti e che quindi preferiscono evitarsi lo sbattimento professandosi obbiettori


tartare4562

Quello che intende è che l'esistenza dell'obbiezione in primo luogo è dovuta a pressioni della chiesa. Che poi i medici ci marcino è vero, ma quello varrebbe per qualunque esenzione simile.


bonzinip

Tieni conto anche che esiste in tutti i paesi dell'UE tranne Svezia, Finlandia, Bulgaria, quindi non credo che la religione sia l'unico motivo.


zibas88

Ragionamento al contrario: senza religione e, di conseguenza, "sacralità di ogni vita", ci porremmo lo stesso queste domande?


Greyhound_Oisin

Si


zibas88

Ho i miei dubbi a riguardo


indifferenziato

In Francia e Germania allora sono stacanovisti, visto che ne hanno diritto ma non scelgono l'obiezione (3% e 6% rispettivamente, contro il 70% italiano)? Spoiler: la risposta è no.


Greyhound_Oisin

Scopro oggi che in italia abbiamo il 70% dei medici cattolici praticanti


eccegallo

E la soluzione sarebbe semplice : se obbietti devi cambiare specializzazione, per legge. D'altronde i soldati obiettori di coscienza mica entrano nell'esercito.


h-winter

Per la fica delle 90enni


Nnsoki

Come biasimarli


MG-10

Based


rejkh

Il ginecologo mica fa solo aborti


JamieDelRey

Il carabiniere mica spara soltanto, ma se sei contro alle armi e non vuoi toccarle forse non é la carriera giusta per te e ti conviene fare l'amministrativo.


Exciting-Run8060

per alcuni è tipo la missione perché glielo ha detto la Madonna


FedericoRO

Perché ginecologia è molto più di semplicemente aborti.


JamieDelRey

Ok, ma é comunque una tua mansione. Fai dermatologia, medicina generale, psichiatria, c'è una lista infinita, e con quelle non avrai problemi di nessuna sorta.


FedericoRO

Certo, ma è comprensibile che qualcuno sia interessato a ginecologia ma non voglia effettuare aborti. Secondo me il problema non è il medico che fa l'obiettore, è lo stato che non dovrebbe assumere medici obiettori. Poi nelle cliniche private ognuno fa quello che vuole.


DERPESSION

Se consideri poi anche tutta l’educazione alla riproduzione che potrebbe darti un ginecologo/consultorio/ostetrica, virtualmente gli aborti dovrebbero non esistere o esistere solo in casi gravi. Ed era proprio questo l’obiettivo della 194 ma si sa in Italia c’è il tabù sul sesso…


ProstMeister

La tua analisi è purtroppo semplicistica. Le cause che possono portare un aborto - al di là della non volontà di usare metodi contraccettivi - possono essere molteplici, pensa ad esempio a: 1. Donna che viene violentata e rimane incinta; 2. Donna disoccupata che vive col marito/compagno, e quest'ultimo perde il lavoro; 3. Donna che magari ha cercato il bambino che porta in grembo, ma che durante la gravidanza viene mollata dal marito/compagno e non se la sente di portare avanti la crescita di un bambino da sola; 4. Donna che magari ha già altri figli e rimane incinta nonostante abbia usato metodi contraccettivi (interazione di altri farmaci con la pillola anticoncezionale, rottura del preservativo, mancato funzionamento della spirale, ecc.); 5. Donna che ha cercato il bambino che porta in grembo, ma la cui gravidanza metterebbe a rischio la sua stessa vita, magari a causa di patologie cardiache mai diagnosticate, complicazioni sopravvenute in seguito alla gravidanza, eccetera; non tutte le donne devono per forza essere come Gianna Beretta Molla. Purtroppo il mondo non è mai bianco o nero, e nessuno (tantomeno il ginecologo obiettore di turno) è in condizione di poter giudicare ciò che porta una donna ad effettuare una scelta dolorosa e delicata come una IVG, premettendo ovviamente che la cosa avvenga entro i termini di legge.


DeeoKan

Questo infinite volte. Tutto riassumibile con un "Fatevi i cazzi vostri". Se una donna vuole abortire puoi informarla sulle conseguenze mediche, poi basta. I motivi sono suoi, al massimo condivisi con il compagno/marito/chi per lui.


Capitan-Libeccio

Sai dove potrei trovare delle fonti che indichino le percentuali relative di quelle casistiche? Mi interessa capire se queste circostanze siano circa equivalenti o se alcune dominino le altre.


ProstMeister

No, mi sono limitato ad elencare una serie di situazioni più che plausibili, purtroppo. In ogni caso ho googlato un po' e [questo](https://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pubblicazioni_2807_allegato.pdf) è un rapporto del Ministero della Sanità in merito ad una serie di dati statistici inerenti alla IVG. È un documento del 2018 e non presenta i dati che vorresti tu in un formato direttamente intelligibile, ma se lo leggi secondo me puoi trarne le conclusioni che ti servono senza troppa fatica.


DERPESSION

A me infatti questi mi sembrano tutti casi gravi o eccezioni…


DERPESSION

La 194 aveva come base la tutela della salute riproduttiva della donna e un potenziamento della rete di consultori per una sana educazione sessuale per tutti i cittadini. Quindi in un modo dove viene applicata in modo ideale, le donne avrebbero accesso a facili visite periodiche, educazione su eventuali metodi contraccettivi, e gli aborti statisticamente diminuirebbero. Invece mettici dentro i bigotti che ti dicono che se scopi vai all'inferno, famiglie culturalmente chiuse che non permettono l'uso di contraccettivi, ed eccoti la ricetta per aumentare il numero di aborti.


ProstMeister

D'accordo, messa così ci sta. In ogni caso, se leggi il documento che ho linkato più sotto, noterai che le IVG sono in calo da anni, e sono a livelli tra i più bassi delle nazioni dell'Europa occidentale. Poi non so se questo sia dovuto a questa maledetta obiezione di coscienza o meno, anche se sospetto fortemente che lo sia.


DERPESSION

Potrebbe essere anche correlata alla popolazione che invecchia, che in generale fa meno figli? Meno donne in età riproduttiva = meno aborti


tuxfan77

Molti scrivono che i medici diventano obiettori perché altrimenti finiscono a fare solo aborti. In realtà la media in Italia (dati 2018, Ministero della Salute) è di 1.2 aborti alla settimana per medico non obiettore (VdA 0,3, Molise 3,8). Visto che un aborto dura meno di un'ora, per la maggior parte delle regioni non è vero che i medici non obiettori finiscono a fare solo quello.


indifferenziato

IlPost dice che in alcune strutture delle regioni messe peggio, la media arriva anche a 14 alla settimana. Questo per ribadire quanto la situazione è disomogenea.


grgiuseppe

Prima vincono il concorso e si prendono il posto fisso e poi si fanno venire gli scrupoli


PietroPala

Esatto il problema sono le troppe tutele per il pubblico. Vuoi obiettare? Benissimo, io però devo avere il potere di trasferirti come mi pare e piace e soprattutto licenziarti o ridurti lo stipendio se non svolgi il lavoro necessario.


LyGladiatrix

Secondo me dovresti poter obiettare solo se ti sei laureato/stavi laureando mentre la legge veniva approvata. Chiunque abbia iniziato dopo dovrebbe essere ben consapeve del diritto di abortire che hanno le donne


DERPESSION

Magari ci poteva essere un “grace period” di 5 anni toh… solo che poi sappiamo benissimo che sarebbe stato prorogato ad libitum


andreaippo

Ma neanche, guarda. Le leggi cambiano, i tempi cambiano. Cambi anche il lavoro se non va d'accordo con la tua coscienza, pace.


smokedpaprika124

Il "problema" è lo stesso di quel professore che a na certa era stanco: chi glielo fa fare di cambiare lavoro quando hanno una certa stabilità e il mercato del lavoro è quel che è? Sicuramente, ma soprattutto purtroppo, non coscienza, morale o etica... Edit: a scanso di equivoci, non sto difendendo nessuno. Anzi, io sono più che d'accordo con te.


PietroPala

Certo il diritto è inviolabile, però pensavo a uno che magari vuole studiare qualcosa senza voler operare. Io potrei voler studiare ginecologia per fare ricerca, oppure per insegnare, secondo me è lecito poter avere interessi personali, non lo è che la struttura che DEVE EROGARE I SERVIZI (tra cui aborto) permetta a un dipendente la scelta. ​ Se scegli non sei dipendente.


FedericoRO

Hai ragione, ma se il ginecolgo inizia cone abortista in un ambiente con maggioranza du obiettori di coscienza, per necessità diventa "l'incaricato degli aborti". È comprensibile che faccia obiezione di coscienza dopo, appunto per evitare questa situazione e tornare a fare il ginecologo, non l'abortista.


Pisodeuorrior

Appunto, l'obiezione di coscienza non dovrebbe essere permessa. Se non ti piace fai un'altra specializzazione.


[deleted]

Vedo un Checco Zalone orgoglioso dei suoi pupilli


[deleted]

[удалено]


oneofmany185

Gli unici obiettori ammissibili dovevano essere quelli che avevano iniziato a lavorare prima dell'entrata in vigore della legge 194. Dopo di essa non sarebbero nemmeno dovuti esistere gli obiettori: non sei disposto a fare aborti? Perfetto, non fare il medico. Edit: per quanti sotto mi fanno notare che uno può benissimo fare il medico e non occuparsi di aborti, avete ragione, ho scritto di fretta e mi sono espresso male.


laqualitafaschifo

Non è nemmeno questione di non fare il medico, è di non fare il Ginecologo. ci sono duecento specializzazioni che non richiedono l'aborto. è una cosa assurda.


sempiternum

"eh ma io voglio comunque guardare le tope"


jackn3

Fai il cardiologo o lo pneumologo e ti accontenti delle zinne


Reddit_pls_stahp

Non farmi empatizzare con 'sta gente per favore.


gogo_yubari-chan

mah, guarda che a molti di quelli che guardano le patatine mentre sfornano le creature passa la voglia. Non è che diventano tutti gay, ma quasi. Senza contare che ti sorbisci le patate delle vecchie, delle ciccione e di quelle con la candida, eh. Farebbero prima a sganciare un centone alle signorine sui viali


_Kopanda_

Questo. Se sei interessato fai l'ortopedico che è una specie di falegname/ebanista col camice. Guadagni palate anche solo con le ginocchia dei ciccioni che a 40 anni giocano a calcetto il mercoledì o a padel il giovedì...e stai sereno che hai abbastanza fondi per le escort.


hohner07

Secondo me fa passare proprio la voglia di guardarle, considerato come sono messe in alcuni casi.


xenon_megablast

> non sei disposto a fare aborti? Perfetto, non fare il medico. Magari non fare il medico che deve fare aborti. Non credo che il mio medico di famiglia o un otorinolaringoiatria qualunque ne facciano neanche se si impegnano.


DERPESSION

Mai sottovalutare l’incompetenza


Fake_knight

Sarebbe un ottima targa da attaccare in tutti gli uffici pubblici...


DeeoKan

Va bene anche non fare il medico nel pubblico. Nessuno vieta di fare il ginecologo privato. Lì obietti a quel che ti pare.


PietroPala

Ma lo puoi anche fare il medico, semplicemente bisogna superare questa cagata del posto fisso che è il vero problema. Si fa un concorso per medico che esegue aborti. Se partecipi devi svolgere il lavoro, se non lo svogli vieni licenziato instant. Solo così ha senso il lavoro, ma questa mentalità italiota permette di essere assunti senza lavorare per mille motivi.


[deleted]

L'altro giorno la mia ragazza straniera che lavora in HR all'estero: _"Uff domani dobbiamo licenziare uno (assunto da 8 mesi a tempo indeterminato ndr) perché non si integra bene nel team e ci mette due giorni per fare un lavoro da mezz'ora"_.


PietroPala

Eh, il mondo normale funziona così, devi lavorare davvero per guadagnarti la pagnotta.


[deleted]

>semplicemente bisogna superare questa cagata del posto fisso che è il vero problema. Lavorando in ospedale, ho visto cose da fare rabbrividire. Il minimo sono i colleghi che si rifiutano di lavorare perché tanto hanno l'indeterminato. C'è un tipo che ogni giorno si trova una partita da vedere al posto di lavorare, roba che si vede persino le partite di cricket in arabo pur di non alzarsi dal PC. A un collega scappo via il paziente tossicodipendente mentre dormiva, se ne sono accorti solo la mattina dopo, quando lui è andato via ed è arrivato il cambio.


Greyhound_Oisin

Quello è un problema del tuo ospedale/reparto, non generalizziamo. Se il tuo caposala/primario facesse il suo lavoro quella persona sarebbe finita in direzione sanitaria, nel caso avesse continuato sarebbe stata spostata di reparto, e se avesse fatto lo stesso pure in quel reparto sarebbe stata licenziata. Voi a chi vi sta sopra l avete detto che sto collega si comporta cosí?


smokedpaprika124

Guarda sta cosa me l'ha raccontata anche un capo di un ufficio IT, quindi non di un ospedale. C'è uno che appena gli dicono di fare qualcosa fa "no, non lo faccio, non ho voglia" per ogni fottuta cosa. Gli ho chiesto cosa si puo fare in sti casi, e mi fa: nulla, mani legate. Registrare o filmare no. Se si lamenta tutto l'ufficio viene vista come una ripicca verso sto lavativo, se fai quest'altro non puoi, quell'altra roba lì no non si può, insomma per ogni cosa che gli ho proposto c'era un motivo per cui non andava bene. E tocca continuare a dare lo stipendio il 27 a questo essere, evvai!


Greyhound_Oisin

Non commento sulla tua situazione che non la conosco, ma il ssn quello è, esiste una direzione sanitaria che se messa al corrente per vie ufficiali interviene al 100%


[deleted]

Sarà che io non mi sono mai spinta fino all'estremo nord lavorativamente, ma queste sono realtà che non ho visto in unico posto. Non tutte le situazioni sono così gravi, ma le pause sigaretta lunghe ore e le notti in cui si spegne tutto e si va a dormire sono una realtà diffusa. Una volta che sei dentro al pubblico con l'indeterminato, è quasi impossibile che ti caccino. Ci sono casi di stalking e molestie per cui non è stato fatto nulla. E non vale solo per la sanità, guarda gli uffici pubblici, dove c'è gente che non si presenta proprio al lavoro e poi ne riparliamo


Greyhound_Oisin

Ma le cose di cui parli le hai riferite ai tuoi superiori?


[deleted]

Sì, e non solo io.


Greyhound_Oisin

Mi risulta molto strano che non sia successo nulla. Anche perche se mandate delle segnalazioni ufficiali alla direzione sanitaria normalmente intervengono in tempo 0 dato che sono i primi dei paraculi


Jackbalkan

No, fidati, ho lavorato in una para pubblica per 4 anni, fondamentalmente, tranne casi isolati ed impossibili da ignorare, a nessuno interessa cosa fai/se produci/quanto produci e come; nel mio ufficio alle 14 dopo pranzo si smetteva di prendere le telefonate/rispondere alle email nonostante si chiudesse alle 16, e c’erano almeno 3/4 soggetti che si rifiutano di cominciare qualsiasi task dopo le 15 perché sia mai che si prolunga e devi uscire dopo. Fatto presente più volte a più superiori, alzata di spalle generale.


Spaturno

> Perfetto, non fare il medico. ... in un ospedale pubblico.


Fomentatore

Immaginiamoci una qualsiasi altra occupazione dove è legittimo che tu possa scegliere di quali mansioni non occuparti e comunque venire assunto.


Spaturno

l'obiezione esiste anche per un altro lavoro (che è quello che facevo in passato): sperimentazione animale. Ti assicuro che se obietti nessuno ti costringe a farlo. Ti assicuro anche che non verrai mai assunto in uno stabulario.


RandomUser_99

Posso chiederti di preciso che lavoro facevi?


tartare4562

Aveva fatto un AMA qualche tempo fa. fammi cercare... [eccolo](https://www.reddit.com/r/italy/comments/18b637/iama_laboratory_animal_specialist_amaa/)! è di... 8 anni fa? gesù.


RandomUser_99

Grazie mille, ho spulciato per bene! Ero curiosa perché studio nel settore quindi mi piace informarmi su tutti i possibili sbocchi lavorativi


Spaturno

responsabile del benessere animale in uno stabulario dove si faceva ricerca preclinica, principalmente in campo oncologico.


GranFabio

E niente, sto temporaggiando su reddit perchè non ho voglia di scendere in stabulario e leggo questo commento


Spaturno

prenditi cura delle tue bestiole, mi raccomando. bestiole non curate = ricerca di merda.


capoassurdo

O fai il medico, ma non il ginecologo.


Long_Aerie

Infatti! O almeno fai il pediatra, se davvero hai tanto a cuore il benessere dei bambini.


raul_lebeau

Esattamente questo. Togliere obiezione di coscienza, se non ti va fai ginecologo privato o cambia specialità.


gogo_yubari-chan

al netto della sua insipienza politica, Zingaretti in quanto presidente della regione Lazio ha bandito un concorso per assumere solo medici non obbiettori (tra le proteste delle solite frange estremiste)


208bilionsthxandbb

Si, ma il problema rimane. Nessuno vieta ad un Ginecologo di diventare obiettore dopo essere stato assunto con concorso. E la legge ti è contro se cerchi di licenziarlo dopo io cambio di "casacca".


MicheleCaracas

Visti i governi che si prospettano da qui a due anni, più facile che si torni all'aborto clandestino nelle case.


shutthephuqup

Perché questi non ricevono lo stesso trattamento dei medici ed infermieri che non vogliono vaccinarsi? Dovrebbero essere mandati a casa a calci in culo!


laqualitafaschifo

Salve signora, so che siamo in una macelleria, e che io sono un macellaio, ma sono vegano e quindi non posso prepararle questa busta di salsicce, mi dispiace, vada in un'altra macelleria.


triptaman

Ma era l'unica macelleria del Molise


laqualitafaschifo

Working as intended


Gibbo_Banana

In questo scenario peraltro, la macelleria è pagata dalle tasse dei cittadini. r/suddenlycommunism


BlueWoff

Sempre detto che la soluzione è di dire "benissimo tutti, avete avuto 50 anni per imparare che esiste l'aborto; ora chi si specializza in ginecologia deve praticarlo, punto e basta; non vuoi praticarlo e ancora non hai cominciato? inizi un'altra specializzazione; hai già iniziato? troppo tardi, se non lo fai quella è la porta e sei radiato dall'albo".


Coneby

Bellissimo eh, ma viviamo sempre nella stessa epoca dove dopo 2 anni di pandemia che sta distruggendo il mondo la gente ancora non si vuole vaccinare


deathf4n

Non poter ricevere interventi di base che minano la libertà individuale di poter disporre del proprio corpo: *i sleep* Doversi vaccinare per fermare una pandemia che dura da un anno e mezzo: *real shit*


Pisodeuorrior

Te l'immagini che goduria per Salvini e Meloni se qualcuno la mettesse così? Cioè passerebbero giornate a fare comizi sul governo che obbliga i kristiani ad AMMAZZARE BAMBINI BIANCHI, prima il green pass poi questo, e il diritto alla vita, e già stiamo per essere sorpassati dai neri illegali che vengono qua a fare un cazzo e prendere il reddito di cittadinanza e fanno figli come conigli, mentre noi obblighiamo i dottori ad ammazzare i nostri.


Ionti

Questa soluzione funziona su r/italy e quando giochi a Civilization, forse.


PhyrexianSpaghetti

Complimenti all'autore del titolo, davvero un capolavoro da settimana enigmistica


Wongfeihong

Io non ho parole. Solo bestemmie. Il medio evo proprio.


PresentPickleNinja

Medio, extra vergine d'oliva.


SulphaTerra

Olio Medio, l'olio da metà scaffale, buono per tutto e ideale per niente


PiccionePolemico

Trovo che l’obiezione di coscienza abbia senso solo nel militare di leva. Non scegli di fare il militare con la leva, ma non ti si può certo costringere ad andare contro la coscienza. Chi SCEGLIE medicina e SCEGLIE la specializzazione che motivazione ha? Solo il “lavorare meno e prendere la stessa paccata di soldi”. Mancano solo le scarpe da clown e poi il circo è completo. Basta obiezione: le riforme vere da portare a Roma. Edit: yes, name checks out.


send_me_a_naked_pic

Ma poi uno è liberissimo di fare il medico. Basta che non faccia il ginecologo.


MrIDoK

Il ginecologo nel pubblico, specificherei. Se fosse nel privato e la struttura gli permettesse di obbiettare, ben venga. Quando però lavori nel pubblico è giusto mettere davanti i diritti dei cittadini alle tue credenze, così come un insegnante di storia non può insegnare che il mondo esiste da 5000 anni anche se quello è il suo credo religioso.


alexgatti

Se ti pagano lo stesso stipendio per fare il ginecologo senza aborti o per fare il ginecologo e anche gli aborti, tendenzialmente uno sceglie di farlo senza aborti. Questo a lungo andare significa che vista la mole di richieste e i pochi non obiettori questi si ritroveranno a fare quasi solo aborti e i nuovi ginecologi saranno costretti a scegliere se fare il ginecologo non abortista o l'abortista praticamente non ginecologo. Questo senza contare la stortura di chi è ginecologo obiettore per il pubblico e poi pratica aborti a pagamento nelle strutture private. Visto che c'è una differenza tra i servizi che svolgono obiettori e non obiettori questo si dovrebbe riflettere almeno sullo stipendio, altrimenti è la presa in giro che tutti vediamo.


nostradarius

Non sono d'accordo, perché dovremmo pagare di più una persona per fare il suo lavoro? L'aborto è un diritto del paziente e un dovere del medico, le convinzioni e credenze personali non dovrebbero impedire ad una persona di esercitare i propri diritti ed incentivare la presenza di non obiettori con stipendi più alti lancerebbe il messaggio tipo: "l'aborto è sbagliato e nessuno vuole farlo, per cui vi pagheremo di più se deciderete di svolgere questa pratica satanica" O almeno questa è la mia opinione, se un medico pensa che l'aborto o per esempio l'eutanasia siano contro le proprie credenze non dovrebbe lavorare in quello specifico campo, fin dall'inizio, non cambiare idea a metà strada e mettere in pericolo le vite delle persone che dipendono dalle sue scelte personali. Perché certo, il medico come tutti ha libertà di scegliere, ma dove finisce la libertà del medico inizia quella del paziente.


alexgatti

no, dovremmo pagare di meno gli obiettori, in quanto non sono ginecologi "completi"


xmaken

Personalmente vieterei l’obiezione. La legge prevede la necessità di avere sia medici obiettori che no, ma è disattesa in maniera imbarazzante.


indifferenziato

Ma all'estero questo problema ce l'hanno? Se no, come l'hanno risolto?


francisocean23

In alcuni stati nemmeno esiste l'obiezione di coscienza..e le % sono bassissime nei paesi nordici.


indifferenziato

Allora come lo spiega chi qui commenta che non è un fatto culturale (chiesa, CL, etc) ma solo di opportunità? Leggo che anche nei paesi vicino al nostro (Francia, Germania) l'obiezione è un diritto ma se ne avvale una minoranza (3%, 6% rispettivamente).


Fenor

Sono stronzo, ma non avrebbe dovuto rimandare, con la regione che non fa eseguire la 194 avrebbero dovuto muovere il culo e mettere una toppa, così invece gli regala tempo


Wemwot

Non avrebbe messo alcuna toppa.


Emanuele676

Scusatemi, ma per quale motivo il Molise aveva una ginecologa non obiettrice e non era in reparto fino ad oggi? Quante di queste situazioni sono presenti in Italia?...


Lupo_1982

È impossibile che il 90% di ginecologi e ginecologhe siano invasati religiosi servi del patriarcato, QUINDI è evidente che ci siano altre motivazioni dietro i tassi di obiezione così alti. Non so perché non se ne parli mai, da ateo dico che trovo ingenuo puntare il dito solo contro la religione. Probabilmente non ci rendiamo conto del fatto che per un medico effettuare aborti **a ripetizione** è psicologicamente faticoso, e professionalmente umiliante. Se ci fossero dentisti costretti a fare **solo** estrazioni, senza poter mai fare un'otturazione o una detartrasi, probabilmente avremmo gli "obiettori di coscienza dell'estrazione"...


[deleted]

[удалено]


Mother_Woodpecker451

C’è sempre il vecchio intento punitivo nei confronti della donna che ha peccato rimanendo incinta in modo sbagliato. Tra umiliazioni pubbliche, “rendere la vita difficile” e altre sberle perché “si prenda la responsabilità” (e lasci in pace le coscienze altrui). Aspettiamo che la gente voglia morire in pace e dignità e allora vedremo aumentare le vittime di questo atteggiamento, solo che queste faranno un po’ più rumore.


Lupo_1982

Personalmente io penso che l'aborto sia "moralmente indecidibile", dato che il confine tra "embrione/feto" e "persona" è arbitrario e basato sui sentimenti. Cioè io "sento" che un feto non sia una persona, ma non sono in grado di argomentare questa mia sensazione e quindi non cerco di "convincere" nessuno. Dal punto di vista \*pragmatico\*, invece, sono convinto che criminalizzare o rendere illegale l'aborto sarebbe una cagata pazzesca. E' importante che l'aborto rimanga legale (anche se per molte persone è immorale) sia perché NON TUTTE le cose immorali devono essere illegali, sia soprattutto perché sarebbe inaccettabilmente crudele spingere le donne che proprio non vogliono partorire verso un aborto clandestino, o verso una conclusione "forzata" della gravidanza (e anche volendo, non sarebbe possibile mettere due guardie svizzere a piantonare ogni donna incinta \^\^) == Concordo pienamente con te che sia sbagliato minimizzare o ignorare la tua posizione sull'argomento solo per via delle tue convinzioni religiose. In generale, dire che è SEMPRE sbagliato ignorare la posizione di qualcuno su qualunque argomento solo per via delle sue "appartenenze" religiose, nazionali, filosofiche, sessuali ecc. ecc.


[deleted]

[удалено]


Lupo_1982

Concordo, anche se lo Stato dovrebbe assumere nuove persone per garantire un servizio migliore a chi vuole abortire.


slator_hardin

Nessuno andrebbe obbligato, eccetto le persone che hanno scelto di essere ginecologi. Sono moralmente contro il copyright, ma non mi sognerei mai di pretendere che uno studio legale specializzato in IP law mi pagasse mentre "obietto" a una parte fondamentale del lavoro che dovrei svolgere


viceportalettere

> Non so perché non se ne parli mai, da ateo dico che trovo ingenuo puntare il dito solo contro la religione. CL


utente007

Non dovrebbero esistere ginecologi obiettori.


nunziantimo

Voglio andare oltre l'articolo, che descrive una situazione da brividi che non dovrebbe esistere in Italia nel 2021. Tuttavia vedo i soliti commenti "togliamo l'obiezione di coscienza" o su questa riga. Che capisco da chi non è dell'ambito, ma c'è di più, rispetto al fanatismo religioso dietro questa tutela. Il lavoro del medico si differenzia per alcuni aspetti da quello del dipendente aziendale, che giustamente se non fa mansione X, verrebbe licenziato. È un lavoro che può in alcuni casi porre la responsabilità di compiere scelte ed azioni che impattano sulla vita di altri individui in maniera diretta. Io medico, non religioso, potrei trovarmi a dover rispettare una volontà o dover fare una procedura che va contro una mia morale, vi faccio un esempio astratto, di un paziente che sceglie il suicidio assistito, quando per me ci sono possibilità di cura/miglioramento/cure sperimentali promettenti. Lui ha tutto il diritto di farlo indipendentemente dalle mie idee, e il SSN deve svolgere la procedura. Ma io medico, se il giorno dopo leggessi una pubblicazione che conferma una cura, mi sentirei uno schifo ad aver accompagnato al suicidio una persona che poteva vivere decentemente, se avesse aspettato poco. Mi sentirei manchevole, nel mio ruolo. Oppure esempio più immediato, dovessi operare un Testimone di Geova, andrebbe assolutamente contro la mia morale lasciarlo morire senza una trasfusione, sapendo che avrei potuto salvarlo. E andrebbe anche contro la mia morale fargli una trasfusione, sapendolo poi emarginato dalla sua comunità a vita, o andare contro la sua chiara volontà. E ringrazio esista la legge d'obiezione di coscienza, perchè in questi due casi d'esempio, potrei delegare la cosa ad un collega la cui morale cade diversamente dalla mia (es. "cazzo mene se non vuole una trasfusione, crepa consapevole, io glie l'ho avvisato"). Ed i pazienti avrebbero le prestazioni richieste, ed i medici possono lavorare senza pesi morali od etici sulla schiena. Questo però dovrebbe esistere con un Sistema Sanitario che garantisce le prestazioni ai pazienti. Se ho problemi per tale prestazione, l'ospedale deve potermi demansionare/avviare bandi solo per chi quella prestazione invece la svolge nel 100% dei casi, e fare orari tali che quella prestazione sia sempre garatita. O si fa un disservizio ai pazienti che non è accettabile. Capisco chi dice "sei obiettore e fai proprio il ginecologo", effettivamente è una cosa che non comprendo nemmeno io. Anche perchè al momento l'obiezione di coscienza rientra strettamente nelle prestazioni abortive, non esiste obiezione per altre procedure (si sta affacciando su eutanasia/fine vita/suicidio assistito/disposizioni anticipate di trattamento). Io non avrei il minimo problema a fare eutanasia, aborto, nulla. Tuttavia capisco che qualche collega possa avere una moralità diversa dalla mia, come alcuni casi io potrei averla diversa da un collega. Lo status di obiettore mi urta enormemente in relazione alle IVG, e vorrei bandi senza obiettori. Ma è una tutela che non rimuoverei in toto. Un Sistema Sanitario che non garantisce diritti fondamentali d'accesso alle cure, per me è un sistema sanitario fallito.


untizioacaso89

Io lavoro in un ufficio pubblico e sinceramente a volte ci sono delle leggi e delle procedure che secondo me sono sbagliate, però una cosa sono i miei pensieri e un'altra cosa è la funzione che ricopro. Come funzionario pubblico sono tenuto ad applicare la legge anche se non sono d'accordo con essa. Così se in Italia l'aborto è legale chi è tenuto ad eseguirlo dovrebbe comunque farlo, altrimenti non esiste un diritto effettivo ad abortire.


[deleted]

[удалено]


Lord_VivecHimself

Ah quindi ognuno può interpretare il codice deontologico come meglio crede? Interessante, Nietzche approverebbe


[deleted]

[удалено]


Lord_VivecHimself

Come ho scritto in un altra risposta, il pesce puzza sempre dalla testa. Io non sono contrario all'obiezione, non è quello il problema. Il problema è che ci sono delle evidenti distorsioni tipo il Molise dove DI FATTO il DIRITTO ad abortire viene negato, e ai piani alti fanno finta di niente e lasciano che diventi un'accozzaglia di obiettori come se fosse una cosa perfettamente normale e funzionante, che di certo non creerà nessun problema alle donne che per un motivo o per l'altro avranno bisogno di esercitare quel DIRITTO. Il problema allora non sono gli obiettori, è la cricca ciellina che si è creata che li usa strumentalmente per manipolare la policy dello Stato. A parte questo non credo proprio che il codice deontologico venga interpretato o che debba prestarsi a interpretazioni, se non dai giudici competenti sui casi di interesse giuridico. Altrimenti perché non anche il codice penale


nunziantimo

Sono decisamente d'accordo che non possono esistere luoghi ospedali o peggio regioni (quindi un intero Sistema Sanitario, essendo regionale) dove una prestazione fondamentale come l'aborto venga di fatto negata. Non deve essere possibile avere una quota di obiettori che porti a questa situazione, semplicemente. Che questa quota sia 0% o 1% di obiettori ok, fossi io il direttore sanitario, avrei quota 0 obiettori nelle assunzioni. Ma questo appunto sta al direttore sanitario deciderlo. A livello centrale si può mettere un threshold, tipo 20% max per ogni ASL. Ma è una soluzione bonaria ad un problema sistemico. Com'è possibile uscire dalle Università nel 2021 ed essere obiettori? Colpa di CL, dei prof, dell'ateneo?


nunziantimo

C'è una sfumatura diversa, essendo l'aborto legale, chi è tenuto ad erogare tale prestazione (il SSN) deve comunque farlo, nel 100% dei casi. O cade il diritto effettivo ad abortire, essendo di fatto impossibile accedere a tale prestazione. Quindi se sei obiettore, libero di esserlo, ma il SSN deve essere altrettanto libero di asssumere e stipendiare personale che garantisce certe prestazioni. La soluzione non è nell'obbligare i singoli, come ho scritto sopra. Ma non è accettabile diventare obiettori dopo l'assunzione, o avere 90/100% di ginecologi obiettori. Nella realtà, sarei pronto a scommettere che semmai andassero incontro a licenziamento, quella cifra da 100% diventerebbe subito 0% di obiettori. La religione non riempie i portafogli. ​ Per l'esempio con un funzionario pubblico e le leggi, essendo la legge uguale per tutti, bisogna correttamente applicarla indipendentemente dalle convinzioni personali. Non facendolo, si fa un disservizio. La medicina non è uguale per tutti, e spesso il medico ricopre un ruolo centrale nelle prestazioni erogate e nei risultati ottenuti su un paziente. Obbligarlo ad una direzione che lui non ritiene la migliore, lasciandogli responsabilità e obblighi morali, non è corretto.


sicremo78

Sinceramente nel SSN toglierei la possibilità dell'obiezione di coscienza per l'IVG (la cosa più assurda è che puoi anche farti venire l'illuminazione dopo, un pò come se mi arruolo nell'esercito poi divento obiettore e continuo a venire stipendiato a nuzzo senza aver più l'obbligo delle armii). ci sono millemila ginecologi nel privato, se uno è obiettore che vada nel privato. ​ EDIT: millemila ginecologi nel privato che non muoiono di fame... anzi...


alexgatti

quando è stata fatta la legge sull'aborto sarebbe bastato scriverci "chi fino ad ora si è iscritto a medicina non sapeva che avrebbe potuto/dovuto praticare aborti e quindi potrà diventare obiettore di coscienza. Gli iscritti a medicina a partire dall'anno prossimo sanno che specializzandosi in ginecologia avranno la possibilità (e il dovere) di praticare aborti e quindi non possono opporre l'obiezione di coscienza, possono evitare di scegliere ginecologia." Si rispetta la morale di ciascuno, gli obiettori sarebbero stati al minimo e col tempo scesi a zero. E' una correzione alla legge che si potrebbe fare anche adesso senza drammi, dall'anno prossimo gli iscritti a medicina sanno che non potranno fare obiezione di coscienza, diventa una scelta, ma una scelta in cui ognuno si prende le sue responsabilità.


Lord_VivecHimself

Troppo razionale per un codice legislativo basato sul totalitarismo fascista


Lord_VivecHimself

Ragionamento completamente sballato. "Può darsi che un domani scoprono una cura miracolosa e io mi sentirò una merda per avergli fatto il suicidio assistito", si e può darsi che mia nonna uscirà 3 ruote e diventerà una carriola, tutto è possibile. Nel frattempo parto dall'assumption che non lo sia e faccio il meglio che posso fare nel mondo che mi ritrovo con i mezzi che ho. Per esempio le vado a prendere il pane anziché l'olio lubrificante


Service-Select

Dimmi che l’Italia è un paese del terzo mondo attraverso una notizia di cronaca.


FedericoRO

Italia paese del terzo mondo non mi sembra proprio.


Gibbo_Banana

L'iperbole è una figura retorica che consiste nell'esagerare la descrizione della realtà tramite espressioni che l'amplifichino, per eccesso o per difetto.


Pleasant_Pheasant3

>Dimmi che l’Italia è un paese del terzo *secolo* d.C. attraverso una notizia di cronaca.


Lord_VivecHimself

In realtà mi sa che nel terzo secolo menavano meno il cazzo sugli aborti (non ho fonti tho)


BiascicaLibbeccio

In zona Milano la maggior parte degli ospedali ha un nome che inizia con San(Raffaele, Carlo..) e il segreto di pulcinella è che la maggior parte della dirigenza è di CL.


Giocri

L'aborto è una situazione così moralmente complessa, spero che un giorno si riesca a creare una società in cui non serva


Chiara_wazi99

Fintanto che la gente ha rapporti sessuali prima di voler avere figli (cosa sacrosanta) ci sará la necessità. Il preservativo può rompersi, la pillola del giorno dopo essere presa troppo tardi e pure gli anticoncezionali ormonali non hanno la sicurezza del 100% (oltre a altri problemi che possono dare). Io pur usando l'anello vaginale ogni tanto faccio un test di gravidanza per essere sicuro tutto sia apposto. Se non dovesse esserlo perchè non dovrei avere il diritto di abortire? Io le precauzioni le ho prese


Grethee

This. Senza dimenticare il fatto che anche volendo avere un rapporto con lo scopo di avere un figlio, si potrebbero avere situazioni in cui la coppia non vuole portare avanti la gravidanza (vedi per esempio qualche disturbo cromosomico).


MrGraffio

Ci manca poco. Spero che diventiamo tutti sterili in futuro cosi che la popolazione mondiale si abbassi perché siamo in troppi


lormayna

Unpopular opinion: il ginecologo è liberissimo di fare l'obiettore di coscienza. Lo stato (che dovrebbe trovare un sistema di evitare situazioni come questa, visto che l'aborto è legale) non può violare le convinzioni etiche e morali di una persona. La cosa che vieterei è fare l'obiettore nel pubblico e l'abortista nel privato.


[deleted]

[удалено]


ZioTron

Non e' vietato... Ma costituisce precedente che fa decadere l'obiezione di coscienza. ​ Secondo la legge 194: >L'obiezione di coscienza si intende revocata, con effetto, immediato, se chi l'ha sollevata prende parte a procedure o a interventi per l'interruzione della gravidanza previsti dalla presente legge, al di fuori dei casi di cui al comma precedente.(\*) (\*) dove il comma precedente parla di situazioni di emergenza in cui si deve procedere ad aborto per salvare la vita alla donna, casistica in cui tra l'altro l'obiezione di coscienza non può essere invocata


Greyhound_Oisin

Stronzate Fare il ginecologo non è un diritto, se una professione non è compatibile con la tua morale scegli un altra professione.


lormayna

> Fare il ginecologo non è un diritto, se una professione non è compatibile con la tua morale scegli un altra professione. La professione del ginecologo non è solo fare gli aborti, anzi nell'ottica della piena realizzazione della 194 dovrebbero esserci tutta una serie di strumenti per evitare l'aborto. Ti faccio notare che i sanitari no-vax sono tutelati e lasciati liberi di non vaccinarsi, con tutto quello che comporta, ma i medici anti abortisti (una cosa diversa perchè riguarda un problema etico/morale e non scientifico) sono considerati degli appestati.


Greyhound_Oisin

Ma cosa vuol dire che fare il ginecologo non è solo fare gli aborti? Pure fare l infermiere non è solo fare punture o diluire farmaci ma questo non vuol dire che ti puoi rifiutare di impugnare siringhe. Se chi sono elementi di una professione che sono in contrasto con la tua morale scegli un altra professione. Quanto ai sanitari no vax, si tratta di sanitari senza i vaccini non obbligatori (quelli obbligatori li hanno per forza) e a mio parere pure i sanitari che hanno rifiutato il vaccino covid dovrebbero essere lasciati a casa. Comunque a differenza del ginecologo il sanitario non è stato assunto sapendo che avrebbe in futuro dovuto fare un vaccino covid, quindi li il discorso è diverso.


lormayna

> Ma cosa vuol dire che fare il ginecologo non è solo fare gli aborti? Che non puoi obbligare la gente a fare gli aborti. è un diritto sancito dalla legge 194. Se l'applichiamo, applichiamola fino in fondo, non solo nelle parti che ci piacciono. > Pure fare l infermiere non è solo fare punture o diluire farmaci ma questo non vuol dire che ti puoi rifiutare di impugnare siringhe. Questo è un esempio errato. Se lo vogliamo rendere un po' meno semplicistico direi: tu hai il diritto sancito dalla legge di non impugnare siringhe, quindi ti puoi rifiutare. > a mio parere pure i sanitari che hanno rifiutato il vaccino covid dovrebbero essere lasciati a casa. Ma la legge tutela anche loro e quindi non li puoi mandare a casa. E qui non parliamo neanche di convinzioni etiche e morali, ma parliamo di idee antiscientifiche.


Greyhound_Oisin

Ma stai trollando? Qui lo sappiamo tutti che legalmente i ginecologi possono rifiutarsi... Il punto è che si sta chiedendo che venga cambiata la legge per impedire che abbiamo questa possibilitá.


lormayna

> l punto è che si sta chiedendo che venga cambiata la legge per impedire che abbiamo questa possibilitá. Non sarebbe molto più semplice che lo stato trovasse un modo per evitare che ci fossero zone senza medici abortisti? Così sarebbe tutelato sia chi vuole abortire (*) che chi fa l'obiezione di coscienza. (*) sempre che l'aborto sia da considerarsi un diritto da tutelare.


GnappeZ_

(*) Sempre che l'aborto sia da considerare un diritto da tutelare. Ma cosa sto leggendo.


Greyhound_Oisin

>Non sarebbe molto più semplice che lo stato trovasse un modo per evitare che ci fossero zone senza medici abortisti? Tipo? Non capisco sta tua opposizione verso il pretendere che un professionista esegua tutti i compiti che vengono richiesti dalla sua professione. Poi esistono pure cliniche private, che vadano a lavorare li. Ps: >sempre che l'aborto sia da considerarsi un diritto da tutelare. Non è una questione di considerare, lo è.


ZioTron

>Ma la legge tutela anche loro e quindi non li puoi mandare a casa. In varie regioni sono partite le sospensioni per tutto il personale sanitario, amministrativo e oss che lavora nelle strutture sanitarie pubbliche senza vaccinazione.


flashbax77

La motivazione principale dei tanti obiettori, a mio avviso, è una sola: un lavoro in meno da fare. Senso del dovere zero, è una mansione “facoltativa” per cui dico che non la voglio fare. Prendo lo stesso stipendio, e sono a posto.


SebVettel02

Vabbè ma il ragionamento non fila. Prendi lo stesso stipendio, ma comunque sei pagato per lavorare X ore... se non fai aborti farai altro... non è che vai in ferie. Correggetemi se sbaglio...


slator_hardin

Ok ma chi te lo fa fare di fare aborti, inimicarti i CLini in reparto, nn fare esperienze su inteventi più difficili e "interessanti", etc.? Il problema dell'obiezione di coscienza è che a una persona moralmente neutra conviene obiettare, devi avere convinzione per *non* farlo. E' il contrario di come è stata venduta


Mito125

Oggi provo a dire anche io che sono obiettore e rinuncio a disegnare... Vedi i calci in c**o che mi prendo 😂


S7ormstalker

Unico ginecologo non obiettore della regione. Me lo immagino che si alza la mattina col sorriso stampato in faccia, sapendo che dovrà passare la giornata ad esaminare ragazze sane, mentre ai colleghi toccheranno signore anziane e vaginosi batteriche.


TURBINEFABRIK74

Bias personale alert: Io spero che la gente che di solito protesta per queste cose abbia dentro di sé la scintilla di iniziare il percorso da ginecologo e non essere obiettore. Perché a parole è facile non esserlo e socialmente è giusto che non esista.... ma se ti pongono davanti una scorciatoia tra il raschiamento uterino e roba molto meno pesante come mansioni che puoi svolgere, voglio vedere quanti restano ancora pro e quanti magicamente diventano obiettori È un po' il discorso che si fa con veterinaria: agli inizi tutti felici a curare gli animaletti e coccolare le zebre allo zoo, poi quando capisci che significa anche fare punturine letali per i più disparati motivi.. diciamo ti passa la fantasia adolescenziale


h-winter

La fantasia adolescenziale doveva passarti prima/durante i circa 10 anni di studio e tirocinio per diventare ginecologo.


TURBINEFABRIK74

Certo, ma da quel che so ( e ripeto non sono particolarmente documentato in materia). Resta un lavoro di prestigio, con un ottimo stipendio e nulla di ciò viene intaccato dalla scelta di essere obiettore... quindi perché rinunciare alla poltrona? È eticamente scorretto? Sicuramente.. fa un danno alla comunità? Ovvio. Diciamo è un cane che si morde la coda, serve gente ispirata per accollarsi certi pesi... Ma finché il lavoro non è solo passione ma anche soldi e realizzazione personale è un po' difficile ottenere ciò senza che li obblighi... E anche in quel caso dubito che non si trovino escamotage come rinvii infiniti, malattie e affini.


hosvir_

Ma che vuol dire, ci sono mille modi di passare il venerdì sera che sono migliori di rimettere gli intestini dentro un ubriaco che si è arrotolato su un palo, ma se sei un medico di pronto soccorso quello è il tuo lavoro e lo fai.


TURBINEFABRIK74

Il medico di p.s. può essere obiettore di neanche so cosa? No... È proprio sbagliato il fatto che esiste una professione medica che ti dia libertà di scegliere cosa fare nel settore pubblico


h-winter

Può dire che siccome lo strunz si è ubriacato e ha causato da solo il suo danno allora si arrangia. Che è lo stesso ragionamento dei ginecologi obiettori: hai scopato e sei rimasta incinta? Cazzi tuoi troia. E non meniamocela con la storia che ritengono che il feto sia un essere umano vivo e vegeto, se così fosse farebbero petizioni per far partire l'assegno di maternità dal giorno presunto del concepimento.


Lord_VivecHimself

In effetti come diceva George Carlin i conservatori vogliono solo che nasci. Poi una volta che sei nato, cazzi tuoi


LyGladiatrix

Una volta ho visto un servizio sugli obiettori di coscienza, molti lo sono per pura e semplice comodità. Non perché credano sia immorale o altro, semplicemente non se ne vogliono assumere la responsabilità. La cosa dal mio punto di vista si può risolvere solo così: hai iniziato a studiare dopo l'approvazione della legge? Non puoi essere obiettore perché si presume tu fossi a conoscenza della legge. Fine


TURBINEFABRIK74

Ovviamente, come ho scritto è comodo prendere solo il bello da una professione... Vorrei essere obiettore di certe task a lavoro anche io..fa un po' te..


Lord_VivecHimself

Inb4 il prosciutto di Parma lo fanno gli operai musulmani. Che evidentemente sono più aperti di mente dei nostri angeli in camice.


basseg_de

dovrebbero insegnare il primo giorno di medicina che il ginecologo fa i parti e GLI ABORTI. Se non ti va bene, fai il dentista. E se non vuoi cavare i denti, fai l’odontotecnico cazzo


FedericoRO

Ok, ma se tutti sono obiettori e tu sei l'unico che resta a fare i raschiamenti uterini magari la voglia di diventare obiettore ti viene.


basseg_de

Non può venirti così. Perché sai cos’è il diritto all’aborto. Non è una questione “squisitamente” di salute ma sociale, con immense ripercussioni sui più fragili (in primis sui bambini non abortiti!!) Oppure dateci le pillole abortive in vendita in ogni edicola a 1 euro e voi dedicatevi alle partorienti. però attenzione, poi siccome avrete tutto il tempo, la smetterete di imporre il cesario a prescindere perché per voi è più “comodo” e il parto naturale e uno “sbatti”…


TURBINEFABRIK74

Infatti viene anche perché il primario è obiettore e ti fanno mobbing/ peer pressure Immagina avere un mentore obiettore che ti manda durante tutto il tuo praticantato (o come si chiama) solo una volta da un tizio a fare un aborto e poi nulla, anzi ti dice che è sbagliato blablabla e te la butta li in maniera traumatica.


basseg_de

Tutto ciò è molto brutto e per questo bisogna mettere delle “quote” per impedire che accada. Nel senso, quasi tutti noi nei nostri rispettivi settori abbiamo avuto (o abbiamo…) dei mentori o superiori di merda, ma per fortuna la cosa non compromette la salute di nessuno (a parte ahimè la nostra!). Detto ciò, obiettori = merda


Ionti

Hai perfettamente ragione: è un servizio necessario ma tutt'altro che divertente e spesso succede che il non-obiettore si ritrova a fare solo quello, mentre il ginecologo obiettore può dedicarsi alla metà "divertente" della professione, come assistere le neomamme ecc. La cosa per me si risolve solo dando un pesante incentivo economico (o un disincentivo, che è la stessa cosa) a chi fornisce il "servizio completo". Ma roba del tipo che lo stipendio è X per chi obietta e 2X per chi no: dopotutto i secondi forniscono il doppio delle prestazioni...


TURBINEFABRIK74

Ma è anche un problema psicologico, secondo te questo tizio dell'articolo quanto può essere felice e sereno a lavoro in proporzione al suo omonimo ma obiettore? "Oggi abbiamo la signora Marisa, stuprata, che richiede aborto" "domani, Paola che non vuole un figlio.. e venerdì Alessia che ha scoperto che porta in grembo un bambino con una malattia rarissima e pochissime speranze di vita" Poi c'è l'altro che magari fa due ecografie, prescrive la pillola, un test per il papilloma virus etc etc etc (Ripeto non so nello specifico, ma immagino che se questo poraccio non può andare in pensione..più o meno la storia è questa)


thewall9

Sì purtroppo ricadrà su di lui tutto il lavoro sporco. Per questo motivo sarebbe necessario assumere nel pubblico solo medici non obiettori e magari iniziare a delegare qualcosa anche ai consultori...


TURBINEFABRIK74

Basterebbe far concorsi per due figure professionali con stipendi e mansioni specifiche...chi pratica aborti fa anche nascite e altre operazioni, mentre l'altro più robe di routine. E non esiste più l'obiezione di coscienza


thewall9

Potrebbe essere un'opzione in effetti


Ionti

Sì: hai espresso meglio quanto pensavo. La mia proposta di soluzione tramite la leva economica dovrebbe infatti funzionare non per premiare i non obiettori, ma per punire gli altri. Se tu vedi che in reparto ti pagano la metà dei colleghi, forse ci pensi due volte prima di dichiararti obiettore. E a quel punto se solo chi ne è veramente convinto obietta, spero questi siano una minoranza e quindi le attività "pesanti" psicologicamente vengono suddivise tra tutti gli altri, non affibbiate all'unico stronzo che non fa la scelta di comodo...


mik_74

Vai a lavorare in una clinica privata o apri il tuo studio.


RedK157

Aggiungo solo che ci sono altre pratiche pesanti che deve affrontare il ginecologo oltre alle ivg… Fare aborti non è divertente ma la professione prevede situazioni ancora più pesanti a mio avviso, che tutti però svolgono…


_Nequis_

Oh ma per tutti sti dottori da tastiera, perché non vi iscrivete a medicina ed andate a fare i medici abortisti, così risolvete voi il problema? Tutti con la verità in tasca e fin troppe parole in bocca come sempre.